"L'immaginazione è più importante

della conoscenza".

(Albert Einstein)

(la nostra conoscenza è limitata mentre l'immaginazione non conosce confini).

 

 

"L’arte è l’espressione del pensiero più profondo nel modo più semplice".

(Albert Einstein)


Chiara Ambrosini

Decorazioni - Mosaici - Redesign - Arredi per  esterni - Oggetti esclusivi





Arch. Chiara  Ambrosini

Laureata presso il Politecnico di Torino nel 1992 è cultrice della materia presso il Politecnico di Torino; assistente al corso di Allestimento e museografia dal 1992 al 1995. Alle sue spalle una lunga carriera professionale densa di esperienze: insegnante di educazione tecnica presso L'Alma Parens di Torino dal 1993. Specializzazioni: Tecnico per la multimedialità nello spettacolo dal vivo nel 1998. Corso di specializzazione per edilizia in legno nel 2007. Esame di Stato e abilitazione professionale nel 2008. Corso Anab dell'Ordine degli Architetti, bioedilizia nel 2009. Scenografie teatrali: Scenografa presso la compagnia teatrale Viartisti di Pietra Nicolicchia Vercellone dal 1990 al 1995 e scenografa presso il Teatro Regio di San Carlo di Napoli nel 1993-94. Scenografie per Festivals: Pellerossa di Torino (tre edizioni dal 1993 al 1996); Extra di Torino (due edizioni dal 1997 al 1999); Beach Bum Festival di Iesolo (1997); La Festa della Musica di Milano (1998); Al Fresco di Mestre (1998). Scenografie bands: Almamegretta, Negazione, 99Posse, Neffa, Daniele Silvestri, Asiandub, Foundation, Subsonica, Africa United, Casino Royale, Karma, Mao, Frenky HI Energy, Amici di Roland, Ritmo Tribale, Mau Mau, Fratelli di Soledad, Soulfull.

Dal 2002 al 2009 è responsabile tecnica per la Comunità Fermata d'Autobus in qualità di Architetto, responsabile della manutenzione delle sedi e operatrice per corsi di creatività con gli utenti. Ha  effettuato ristrutturazioni per privati basate sui principi della bioedilizia e del recupero dei materiali e delle risorse in loco a: Torino, Roma, Sardegna, Lombardia, Toscana, Calabria, Eolie, Parigi, Berry, Arlès, Roque Brune. Come un monaco Shaolin è indispettita da regole e compromessi. E' capace  di  gettare  all'aria  stili e  ricerca  della  forma a vantaggio del messaggio.  Ciò   spiega  egregiamente come da apprezzata libera professionista qual'è,  specializzata in progettazione  ed interior  design,  da alcuni  anni abbia "dismesso la  toga" sperimentando con successo nei settori  più diversificati, come l'edilizia eco-sostenibile, costruzioni in legno, paglia e terracruda, nonchè tutta l'Arte in genere a  360°,  dal  Design all'artigianato rurale. Il suo è un mondo dove penetrano non solo linee, colori, pigmenti, idee ed emozioni  (quà  e  là  intercettate anche dal web).   Dall'arte di Chiara Ambrosini (perché d'arte  trattasi), prendono vita figure, immagini, disegni e una  materia che spalanca altri mondi. Possedere uno  dei  suoi  oggetti (io ho la  fortuna d'essermi assicurata due splendidi box)  è anche un pò come  vivere la  sua  vita, connubio costante  ed armonioso di storie sospese tra fiaba e concretezza. Nei propri lavori integra  sapientemente abbondanza di fregi e arabeschi per  conferire  alle  sue opere  quel senso  dello spazio  che  và molto al  di là delle costrizioni  fisiche  dell'oggetto. Attraverso l'uso incondizionato delle tonalità riesce ad infondere sensazioni di serenità ed  equilibrio a chi l'ammira. Chiara Ambrosini non cessa mai di stupire, dando  origine  a progetti esclusivi,  tagliati  su misura a secondo  dell'interlocutore e del momento. Senza strizzare l'occhio  a facili modismi.  Come  quando rifà  trucco e chassis a  vecchi pezzi  di legno  trasformandoli (con grande estro e fantasia)  in belle ciotole  per  cani e gatti. In  questi  oggetti  c'è tutto: dal sound romantico di versi e canzoni alle  suggestioni orientali, sino alla leggerezza e ai cromatismi dei mostri sacri della pittura; remixati secondo un cifrario ch'era  noto  solo ai  grandi geni. Come Vincent Van Gogh.


I.Z.


Altre  cose...

Renovation France

Renovation Corio